Oggi il mondo del commercio impone cambiamenti rapidi ed istantanei, mutazioni necessarie per adeguarsi alle trasformazioni sempre più veloci della domanda di mercato e per continuare ad offrire ai clienti il massimo della soddisfazione possibile che, si sa, porta alla fiducia e quindi ad una fidelizzazione degli stessi: processo indispensabile per mantenere un proprio zoccolo duro di clienti capace di generare il grosso delle entrate. Aprire un negozio online, quindi, si presenta non tanto come un’opportunità, quanto come una necessità per contribuire a velocizzare le proprie offerte sul mercato, proporre particolari promozioni, ampliare il proprio raggio di vendita sfruttando quella che viene definita da Anderson “la coda lunga” del mercato: vale a dire, riuscire a vendere altrove ciò che con il negozio tradizionale non si riuscirebbe a vendere.

Il negozio online si rivela essere una soluzione strategica per incrementare le vendite, affermare la propria presenza (e dunque le propria esistenza) online, rafforzare il brand ed il passaparola. Tutto ciò rappresenta una parte dei motivi per cui è consigliabile aprire un negozio online, senza scordare tutti i vantaggi strettamente peculiari di questo tipo di negozio, come: capacità del negozio virtuale di restare aperto 24 ore su 24 e “funzionare” anche durante la notte; capacità di spaziare su tutto il globo terrestre senza alcun tipo di vincoli geografici; possibilità di misurare i risultati, sia in termini di contatti, che in termini di indice di conversione (contatti trasformati in vendite); bisogno di personale limitato, il negozio online può essere gestito anche senza ulteriori dipendenti come si renderebbe invece indispensabile in un punto vendita: anche se una gestione prolungata ed attenta potrebbe portare al bisogno di una figura costantemente dedicata, sarebbe in ogni caso più conveniente in termini di personale rispetto al punto vendita classico.

L’e-commerce, inoltre, è un fenomeno costantemente in crescita che si prevede continuerà in forte rialzo anche nei prossimi anni, andando controcorrente rispetto all’attuale crisi economica. Attualmente è stimato tra gli 8 ed i 10 miliardi di euro, con previsioni di crescita in doppia cifra. Tale aspetto, se ben sfruttato, permetterebbe quindi di incrementare le proprie vendite, individuare nuovi mercati, acquisire nuovi clienti.

Aprire un negozio online oggi, infine, non comporta la necessità di particolari conoscenze informatiche dal momento che attualmente sono disponibili numerose piattaforme che permettono di “costruire” in automatico le pagine web scegliendosi direttamente i layout grafici ed i contenuti senza aver bisogno di conoscere i linguaggi di programmazione. Ciò contribuisce a rendere la sua apertura un processo particolarmente facile e veloce.